Month: August 2014

La vita nelle acque dolci

 Dopo tanta fatica ho trovato su internet (usato) il famoso ilbro:

fitter manuel - vita acque dolci v2

 

Fitter – Manuel

La vita nelle acque dolci

Una guida alla fauna e alla flora

Franco Muzzio editore

Certamente un libro di qualità, il più completo, con chiavi di riconoscimento, e (poche) foto. Purtroppo è riferito al Nord Europa, è la traduzione di:

R.S.R Fitter, Richard Manuel 

A Field Guide to Freshwater Life in Britain and North-west Europe

Collins Field Guide

ISBN 0002191431

Collins (17 Nov 1986)

Anche se le differenze con il Nord Italia dovrebbero essere minime. Ora inizio la lettura.

 

Advertisements

Trentino: Uno stagno

Sempre nella zona di San Martino di Castrozza, accade – camminando nel bosco – di imbattersi in piccole radure con in mezzo un piccolo stagno alpino (a circa 1500 metri di altitudine).

Quest’anno il tempo è stato conciliante anche con lo stagno, che è pieno anche in Agosto.

panoraminca riva

Una panoramica della riva mostra molto bene il susseguirsi ordinato delle piante.

splendide praterie di callitriche

Al centro delle bellissime praterie di Callitriche sp.

(difficile per quanto mi riguarda identificare la specie esatta, specialmente senza entrare e quindi disturbare lo stagno)

Tempo fa ho trovato una guida visuale su come riconoscere le specie di Callitriche : http://flora.garz.net/documents/Callitriche-K.htm

Alopecurus aequalis

Una invasione di Alopecurus aequalis. Splendido.

scirpus sylvatica

Più indietro, Scirpus sylvaticus in fiore

girino primo piano

Un girino che mi guarda stupito.

gerridi si riposano su foglia

Gerridi che si riposano su foglie di Jacobaea alpina, che popola l’area umida retrostante.

 

Trentino – Lago Calaìta

Quest’anno, con un inverno con nevicate abbondanti e un’estate mite, ovviamente è stato una manna per le piante acquatiche.
Anche il lago Calaita non fa eccezione. Il lago è molto pieno anche ad Agosto, e le sponde sono completamente inondate.

La Flora come è noto, è ricca di biodiversità con numerose specie rare quantomento in Trentino; ovviamente non sono entrato nelle aree proibite (mi sembra che la sponda ovest sia tutta interdetta). Tuttavia sono riuscito ad individuare almeno alcune piante notevoli.

carice sp

ciuffo di Carice

poligonum amphibium

Lamineto occupato da Polygonum amphibium in fiore.

poligonum amphibium - fiore

Primo piano del fiore di Polygonum amphibium. Bello! (sono anche riuscito a non cadere in acqua)

poligonum e potentilla

Una chicca: compresenza di poligono e Potentilla palustris, anch’essa in fiore, probabilmente facilitato dall’ “acqua alta”

potentilla palustre - primo piano

Primo piano del fiore di Potentilla palustris a riva.

Ranunculus reptans - prato

Area con Ranunculus Reptans. Da notare la forma delle foglie.

Ranunculus reptans - fiore - primo piano

Fiore di Ranunculus Reptans

juncus sp

Propaggine di giunchi nel lago (Juncus sp.)

juncus - primo piano

primo piano. Juncus filiformis?

jacobaea alpina

senecio alpino – Jacobaea alpina.

Non sono riuscito ad individuare lo Sparganium emersum, forse è sull’altra sponda del lago.

Un elenco delle piante presenti si trova sul sito del Parco di Paneveggio. http://www.parcopan.org/it/visita/localita/lago-di-calaita-p55.html

Un blog che riporta varie informazioni su piante del lago è il seguente: http://primiero-lamon.blogspot.it/

PS: non mi sorprenderò mai abbastanza che sia consentita la pesca.

Il lago Calaita d’inverno lo trovi in questo post