Month: February 2018

Urban wetlands

Quest’anno la giornata mondiale delle aree urbane è focalizzata sulle aree umide urbane. Bella idea!

Il sito delle giornate mondiali delle aree umide: http://www.worldwetlandsday.org/

No automatic alt text available.

Il WWF per l’occasione ha realizzato questa pubblicazione:   Un milione di stagni dove racconta (fra le altre cose) di un progetto di identificazione delle aree umide piccole, e anche come realizzare uno stagno.

 

 

 

 

Advertisements

Boschi Umidi – Montevecchia

Sono stato di nuovo nel parco Montevecchia/Curone, ma niente ambienti acquatici. Ho trovato questa bella pubblicazione sui Boschi Umidi:

Boschi Umidi – link

Cita la flora seguente:

  • Ontano – Alnus glutinosa
  • Olmo – Ulmus minor (mi domando se esista ancora, dovrebbe essere scomparso a causa della grafiosi)
  • Populus nigra
  • Salici
  • Pado (Prunus padus)
  • Pallon di maggio (Viburnum opulus).
  • Frangola, (Frangula alnus )
  • Olmaria (Filipendula ulmaria)
  • Cardo giallastro (Cirsium oleraceum),
  • Carici (Carex pendulae, Carex remota)
  • Valeriana (Valeriana dioica)
  • Equiseti

e la fauna:

  • Rana di Lataste (Rana latasteí)
  • Salamandra (Salamandra salamandra)
  • Tritone crestato (Triturus cristatus)
  • Cincia bigia (Parus palustris)
  • Martin pescatore (Alcedo atthis)

 

La guida dice che i boschi umidi possono Le aree più interessanti per l’osservazione di questi boschi sono situate lungo il Curone
• A nord della cascina Fornace superiore: 45.714559, 9.377941
• A valle di Cascina Valfredda: 45.709844, 9.377863
• Nei pressi dei campi sportivi di Montevecchia: 45.693266, 9.380545

  • Lungo la Molgoretta, ai margini della strada che da Lomaniga porta a Valle Santa Croce.