asellus

Acquario autoctono

Dopo una moria nell’acquario autoctono, dovuta all’introduzione di terriccio probabilmente contaminato da sostanze tossiche (non certo biologiche perché faccio sempre bollire il terriccio), ecco l’acquario rinnovato.

Questa volta ho usato terriccio per acquari già fatto, lasciando depositare sul fondo foglie secche per gli animali

asellus ceratopyillum

Asello in spedizione sopra Ceratophillum demersum

aselli_accoppiamento v2

Aselli (Asellus aquaticus) in accoppiamento. Ma chi mai li ha fotografati? 🙂

physa

Physa sp. che nuota in superficie. Si vede bene la bolla d’aria di riserva. Ecco i Polmonati…

Per ora sono presenti anche:

  1. Ostracodi
  2. Cyclops
  3. Vari vermetti
Advertisements

da acquario a paludario

L’inserimento nell’acquario di molta terra per trasformarla da acquario in paludario ha avuto un effetto devastante. Sono spariti quantomeno caridina e aselli, forse anche le planarie.

Strano perchè in gran parte sono animali noti per la loro resistenza a inquinamento biologico (che non è il caso perchè ho fatto bollire per 20′ il terriccio) ma anche chimico: forse qualche metallo pesante.

Strano però che chiocciole (physa sp.) cyclops ed ostracodi non siano stati coinvolti.

Il paludario ora è proprio tale, con la veronica che ha invaso l’area “lamineto”.

acquario veronica

paludario - muschio

Acqua a Parigi /1

Il post non vuole essere esaustivo. Nonnonnò.

Vi racconto che ho visto davanti a Notre Dame (sìsì proprio lì) un cartello che mi ha fatto sobbalzare:

biodiversite de paris

Ovviamente scrivendo poche parole chiave su internet scopro che lo vendono a 2 Euro, a:

Maison du Parc et du Bois
Parc Floral de Paris
Bois de Vincennes
75012 Paris
Métro : Château de Vincennes

http://www.paris.fr/pratique/paris-au-vert/nature-et-biodiversite/affiches-sur-la-faune-et-la-flore-parisiennes/rub_9233_stand_85229_port_22522

(si possono anche scaricare)

Inforcata la bici sono andato e tornato vincitore.