foto

Calaita – Scanaiol – Prati umidi

In località Scanaiol (Zona D’Arzon/Calaita) , come descritto nella bella pubblicazione sul “Sentiero Geologico Calaita D’Arzon” del Parco naturale Paneveggio Pale di San Martino. la geologia della zona principalmente costituita da Gneiss rende il terreno impermeabile e quindi ricco di acque superficiali, anche se molto frammentate.

Ho visto numerosi prati umidi, ruscelli e piccoli stagni, e fatto tante foto con piante acquatiche anche non molto comuni, in cenosi particolare con gruppi di piante tipiche.

Credo Geum rivale con semi
Wow bellissimo e mai visto carice – forse Carex pallescens?
Allium schoenoprasum, Aglio di palude. Bellissimo!

Araneus quadratus
Pinguicola sp. probabilmente alpina.
Carex flava
Sfagno rosso (Spjhagnum rubellum?)
Piccole pozze
Che splendore, Dianthus superbus, Garofano superbo

Non mi risulta una pianta particolarmente legata agli ambienti umidi eppure…

Ranunculus platanifolios (credo)
Il Senecio alpino Jacobaea alpina segue una piccolo ruscello

Tornando sotto la linea degli alberi c’è un lariceto rado, e sotto ancora ambienti umidi:

Ontano verde, Alnus Alnobetula
Prato umido con Jacobea, Felci, Adenostyles alliariae (Cavolaccio alpino)
Lactuca alpina – non l’avevo mai vista
Epilobium angustifolium
Prenanthes purpurea – Lattuga porporina
Senecio cacaliaster (ci ho messo un po’ a riconoscerlo, spero sia giusto)
Imperatoria ostruthium

Un posto splendido pieno di Natura e biodiversità, per me ancora da scoprire.

In Finlandia

Purtroppo le vacanze in Finlandia – vista la temperatura – non hanno consentito di vedere aree umide. Mi sono consolato comprando questo bellissimo libro in offerta:

38682_tuuri_veden_p_luku2-kansi-final-jpeg-srgb_680x1000

Vedenalainen Suomi

The underwater World of Finland

Contributor: Pekka Tuuri
Publisher: WSOY
Language: Finnish (con parti in Inglese)
Pages: 160
Binding: Hardback book
Publication year: 2013

ISBN: 978-951-0-38682-8

Contiene molte fotografie su animali e vegetali sia sulle acque costali del mar Baltico sia su quelle interne. Da notare meravigliose foto di ninfee ed altre piante acquatiche.

Sito editore

Alcune foto che si trovano all’interno: https://tuuri.pictures.fi/kuvat/Vedenalainen+Suomi/VA+Suomi+final.mp4

 

 

Hydrocotyle in fiore

L’ho già fotografato tante volte, ma mai pubblicata. Questa fioritura non è delle migliori ma colgo l’attimo. Sperando sia veramente Hydrocotyle vulgaris, riconoscimento fattibile dal fiore. Ah, sul mio balcone.

hydrocotyle con fiore.jpg

 

 

 

Edit del 28/5/2019:

cercando in rete, dopo la notizia che molto probabilmente la mia prima Marsilea non è quadrifolia,

ritengo che questa pianta non sia Hydrocotyle vulgaris ma Hydrocotyle verticillata.

Da questo articolo su internet: http://alienplantsbelgium.be/node/8744/revisions/10027/view

Si desume che l’Hydrocotyle verticillata ha le seguenti differenze:

  1. 9-13 vene della foglia (guardando la foto ne conto ben più di 9)
  2. Piccioli glabri (dalla foto sembrerebbe proprio glabro)
  3. Infiorescenze circa lunghe come le foglie (anche questo aspetto mi sembra ben visibile)

inoltre è molto chiaro che i vivai olandesi vendono principalmente tale Hydrocotyle spesso “confondendolo” per vulgaris.

In questo sito invece troviamo l’elenco degli Hydrocotyle e relative piante spesso distribuite per acquari e laghetti http://www.wetwebmedia.com/PlantedTksSubWebIndex/hydrocotyle.htm