pozze temporanee

Stagnoforming 2

image

Con le piogge settembrine ritorna. Mi ha detto un biologo che tutte le piante acquatiche d’acqua dolce resistono alla siccità, perché sulla terraferma l’acqua non è mai scontata. Forse l’affermazione non è vera al 100%, ma ho avuto la speranza che lo fosse.

Purtroppo come si può notare confrontando le foto precedenti qualcuno è venuto a dare una pulita al marciapiede. a questo le piante acquatiche possono opporre ben poca resistenza…

approfondirò l’habitat delle pozze temporanee, che mi ha incuriosito all’Elba. C’è un bellissimo libro al riguardo scaricabile in pdf dal ministero dell’ambiente:

Quaderni Habitat n. 11 – Pozze, stagni e paludi. Le piccole acque, oasi di biodiversità

<!—-> Quaderni Habitat n. 11 – Pozze, stagni e paludi. Le piccole acque, oasi di biodiversità | Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare
http://html5shiv.googlecode.com/svn/trunk/html5.js
http://www.minambiente.it/sites/all/themes/bootstrap/js/html5shiv.js
http://www.minambiente.it/sites/all/themes/bootstrap/js/respond.min.js

http://www.minambiente.it/sites/all/themes/bootstrap/js/respond.proxy.js

Isola d’Elba

Ma all isola d’Elba dove sono ci saranno ecosistemi d acqua dolce?
La mia esperienza agostana è limitata a fiumi in secca o quasi con rane gerridi e giunchi.
Le ricerche su internet danno pochissimo: ci dovrebbe essere uno stagno in località schiopparello protetto. Più descritti gli studi sulle pozze temporanee mediterranee.

http://www.stsn.it/serB115/05_carta.pdf